Olio Extravergine monocultivar Leccino di Giulia Cappelli

da Azienda Agricola Giulia Cappelli

€16.40
IVA inclusa

Ottenuto dalla sola varietà Leccino, questo olio extravergine dal colore verde smeraldo sorprenderà per la freschezza e la vivacità.

Olio Extravergine monocultivar Leccino di Cappelli

campagna olivicola: 2021-2022
produttoreAzienda Agricola Giulia Cappelli
regione del produttore: Lazio, Montelibretti (Roma)
profilo: deciso
cultivar: monovarietale di Leccino
formato: bottiglia in vetro da 50 cl

Profilo sensoriale dell'Olio Extravergine Leccino di Cappelli

al naso: sentori vegetali che richiamano la freschezza dell'erba appena tagliata
al palato: gusto vivace che conferma la vegetalità olfattiva accompagnata da note di pepe bianco, amaro appena accennate rispetto alla piccantezza più persistente
a tavola: ideale per accompagnare piatti delicati ai quali dona una fresca vivacità, come ad esempio le insalate, i carpacci di carne, i formaggi semi-stagionati
riconoscimenti: Corona Maestrod'olio 2021 di Fausto Borrella | 3 foglie Guida Oli d'Italia 2021 Gambero Rosso

tipologia: Olio Extravergine 100% Italiano
raccolta: ottobre
molitura: entro poche ore dalla raccolta in frantoio a ciclo continuo

Vendita Online di Olio Extravergine

e-olio è un e-commerce dedicato alla vendita online di olio extra vergine d’oliva
e-olio nasce con l’obiettivo di restituire identità e valore  alle tante varietà di olio EVO che tanti piccoli produttori con cura artigianale sono in grado di offrire. 
Titolare del sito www.e-olio.it è EVOLIO SRL, startup innovativa nata per promuovere e valorizzare la produzione italiana di olio EVO di qualità.

Come scegliere l'olio EVO

Con oltre 500 varietà di olive, l'olio extravergine italiano incontra davvero tutti i gusti. Nell'imbarazzo della scelta, fatevi guidare dai nostri filtri:

Profilo sensoriale: leggero, deciso e intenso in base ai caratteri di fruttato, amaro e piccante

Cultivar: Coratina, Leccino, Nocellara ... ogni varietà di olive restituisce un olio unico da scegliere in blend oppure in purezza monovarietale

Sentore: foglia di pomodoro, carciofo, mandorla dolce o amara, erba fresca... la scoperta dei sentori è la parte più intrigante dell'assaggio dell'olio

Produttore: ce ne sono quasi 30, tutti olivicoltori e frantoiani che sono veri artigiani dell'olio

Regione del produttore: dall'Abruzzo alla Sicilia, passando per la Toscana, la Campania ...

Formato: dalla bottiglia da portare a tavola (o regalare, anche) ai formati famiglia come la tradizionale lattina o la pratica bag in box.

E per chi vuole lasciarsi sorprendere dalla varietà dell'olio extravergine italiano ci sono i Tris, combinazioni di tre oli EVO con profili diversi con un filo conduttore tutto da scoprire.

NB: il buon olio si caratterizza per:

fruttato: è la fragranza dell'olio ottenuto da olive fresche, sane e raccolte al giusto grado di maturazione

amaro: mai assaggiato un'oliva appena colta? è amara e così deve essere anche l'olio che ne viene spremuto

piccante: quel pizzicore che si avverte è un indice di freschezza e salubrità dell'olio (da non confondere con l'acidità).

Come abbinare l'olio EVO

Da sempre presente nelle nostre cucine e sulle nostre tavole, l'olio è un alimento quotidiano e familiare, così familiare che a volte rischia di cadere nell'anonimato.

E invece, un po' come il vino, il buon olio ha una grande personalità che merita di essere abbinata bene ai nostri piatti.

In base al profilo sensoriale dell'olio possiamo dire che:

leggero: è un olio che si sposa bene con i piatti più delicati, esaltandone, senza sovrastarli, profumi e sapori

deciso: è un olio corposo che ben si abbina con le pietanze più strutturate

intenso: per chi "l'olio si deve sentire" è indicato per i piatti robusti e dai sapori marcati.

E comunque la regola madre vuole che ogni olio stia bene con i piatti della tradizione locale dei territori da cui proviene.

Per assaporare la varietà del buon olio extravergine italiano sperimentate le ricette abbinate con l'olio EVO sul nostro blog

Come conservare l'olio EVO

L'olio extravergine di oliva è una spremuta di olive, un prodotto vivo che teme luce, aria e calore, ma anche cattivi odori.

Per conservarne i profumi e i sapori è consigliabile riporlo in un luogo buio e fresco, mai vicino ai fornelli della cucina. Inoltre, una volta aperto, è utile ridurre al minimo l'esposizione all'aria.

Attenzioni speciali per le lattine: una volta aperte andrebbero travasate in bottiglie scure e a chiusura ermetica, viceversa lo strato di aria che si forma in superficie potrebbe causare l'ossidazione dell'olio. Questa avvertenza non vale per il formato bag in box che impedisce il reflusso d'aria.