EVO blog

EVO tour a Rossano la bizantina

  • 0 commenti
  • In Evo tour

EVO tour a Rossano la bizantina

Nuova tappa dell’EVO tour in Calabria, questa volta a Rossano, città che ha conosciuto il suo massimo splendore in epoca bizantina, quando fu sede dello Stratego, e che nel tempo ha sempre rappresentato un centro di grande interesse politico ed artistico, come testimoniano i suoi 130 palazzi signorili e soprattutto il Codex Purpureus, un evangelario miniato su pergamena purpurea del V-VI secolo, portato a Rossano dai Monaci Basiliani, impreziosito da 15 miniature che ritraggono scene tratte dai Vangeli.

Cicerone d’eccezione di questo tour è Cesare Renzo che fiero esibisce i tesori della sua terra dal caratteristico colore rosso, come il Codex, come il ripido costone che separa il borgo di Rossano dal mare, come il peperoncino della sardella, specialità locale, e come la tenuta di famiglia, Terra Rossa.

Porta di accesso alla Tenuta Terra Rossa è un ex monastero del 1600 dove si respira un’aria di bucolica convivialità: il pergolato a vite, il pozzo in pietra, il rigoglioso frutteto, l’antico frantoio con le molazze in granito … e alle spalle del maniero 50 ettari di uliveti ed agrumeti.

Tra questi maestosi e slanciati ulivi, la maggior parte secolari, regna la varietà Dolce di Rossano, una cultivar autoctona che nella scorsa annata ha ottenuto il riconoscimento di Presidio Slow Food. Da questa cultivar e dalle altre che popolano l’uliveto (Nocellara messinese, Frantoio, Leccino, Carolea) i fratelli Cesare e Vincenzo Renzo producono il loro OrOlio, un extravergine di oliva che, sia in versione monovarietale di Dolce di Rossano e sia in blend, regala grandi soddisfazioni: nel 2018 presenti nelle guide Gambero Rosso, Bibenda, Slow Food, Terre dell’olio.

Siamo alla metà di ottobre e la raccolta delle olive è partita; l’annata non è semplice, ma Cesare, solare e positivo come sempre, sta raccogliendo delle belle olive, sode e sane, che riesce a molire entro poche ore in un frantoio a ciclo continuo di fiducia e il risultato è notevole: con il suo caratteristico gusto morbido e il sentore di mandorla OrOlio si conferma un olio che si fa voler bene.

È l’ora di pranzo e siamo ospiti a casa della famiglia Renzo, ci aspettano le alici shcattiati, una ricetta tipica di Rossano con l’immancabile peperoncino e il buon olio EVO OrOlio: sono davvero ottime, ma anche un tozzo di pane sarebbe stato eccezionale in compagnia di questa allegra ed ospitale famiglia.

Orolio, l'olio extravergine dei Fratelli Renzo, è disponibile per lo shop online qui

Condividi
Post più vecchi Post più recenti