EVO blog

come si fa il buon olio?

come si fa il buon olio?

L'olio extravergine di oliva è una spremuta di frutta, puro succo ottenuto dalla semplice spremitura delle olive, detta così sembra facile, invece...

Abbiamo chiesto ai nostri artigiani dell'olio di raccontarci i fondamentali che fanno la differenza, tutto il resto è esperienza e segreti del mestiere!

1. le olive: sane, sode e al giusto grado di maturazione che cambia in base alla varietà, all'esposizione al sole, all'altitudine, all'andamento climatico...

2. la raccolta: dalla pianta e mai da terra, le olive vanno staccate dai rami evitando traumi che, danneggiandole, attiverebbero processi fermentativi

3. il trasporto: le olive devono arrivare in frantoio fresche, entro poche ore dalla raccolta, in contenitori forati (non nei sacchi) che ne garantiscano l'areazione

4. la preparazione: le olive vanno defogliate e lavate con accuratezza per eliminare polvere, terra e altri agenti esterni che potrebbero alterare gusto e profumo

5. la molitura: oltre agli aspetti tecnologici (molti frantoi adottano sistemi moderni a ciclo continuo), sono determinanti la pulizia del frantoio e la lavorazione in tempi rapidi e a basse temperature

6. conservazione: in recipienti idonei e ben lavati conservati in ambienti senza odori, al riparo dalla luce e a temperatura controllata. Quando l'olio non è filtrato andrà “cambiato”, evitando così che resti a contatto con i sedimenti.

Condividi
Post più vecchi Post più recenti