EVO blog

fruttato amaro piccante

fruttato amaro piccante

Il fruttato, l'amaro e il piccante sono i tre attributi positivi che caratterizzano la qualità di un olio.

Il fruttato è quella sensazione olfattiva più o meno intensa che ricorda un'oliva fresca e che caratterizza gli oli ottenuti da olive sane e raccolte al giusto grado di maturazione. La sensazione di fruttato può richiamare diversi sentori - il pomodoro, il carciofo, la mandorla, l'erba appena tagliata ... - che dipendono principalmente dalla varietà delle olive e dalla zona di produzione.

Le sensazioni di amaro e di piccante che si percepiscono all'assaggio sono indicatori di qualità, ma soprattutto di salubrità: quanto più l'olio è amaro e piccante, tanto maggiore è il contenuto di composti fenolici, sostanze anti-ossidanti dalle preziose proprietà salutistiche.
Troppo spesso si confonde il pizzicore dell'olio, che è tipico degli oli piccanti, con l'acidità. Ma attenzione, l'acidità indica la quantità di acidi grassi liberi contenuti in un olio ed è misurabile solo con l'analisi chimica, mentre non è assolutamente percepibile al gusto.

Non è detto che un olio dal fruttato più intenso e con un amaro e piccante più decisi sia migliore di un olio dal fruttato leggero e con un gusto di amaro e piccante più miti. 
E' una questione di gusti personali, naturalmente, ma anche di occasioni di consumo e di abbinamento con le pietanze, un po' come per il vino.

Si può serenamente dire, quindi, che non esiste l'olio migliore, ma quello che piace di più e quello che si abbina meglio con i piatti preferiti, basta lasciarsi incuriosire.

Condividi
Post più recenti